Home / NEWS / INTERVISTE / Andrea Pirlo consigliere della nuova Juve!

Andrea Pirlo consigliere della nuova Juve!

Andrea Pirlo ha parlato delle sue impressioni sulla stagione della Juventus.

PIRLO ELOGIA LA JUVE: “In questi anni è stata brava a volersi migliorare sempre!”

Parla Andrea Pirlo, parla uno dei signori del calcio. Intervistato in esclusiva da Tuttosport, il pianista Andrea ha raccontato le sue impressioni su questa Juve. Quest’anno tornerà allo Stadium, ma come cronista, per le partite di Champions. Speriamo che dall’alto della sua inflenza possa portare buona fortuna al cammino dei bianconeri.

Andrea è stato subito sollecitato a dare una sua opinione sull’affare Ronaldo alla Juventus , raccontando il simpatico aneddoto tra lui e il dirigente bianconero.

“Se mi ha sorpreso il suo arrivo? All’inizio pensavo fosse soltanto uno dei tanti rumors estivi – ha ammesso in esclusiva a Tuttosport – poi ho chiamato Paratici e lui mi ha detto: “E’ tutto vero, lo stiamo trattando”. Ho fatto i complimenti a lui, a Marotta al presidente Agnelli. Ma nessuna nostalgia: in carriera ho già avuto la fortuna di dividere lo spogliatoio con tanti Palloni d’Oro . – e sulle prime 3 partite a secco e sul rapporto con l’argentino – Non va aiutato, i fenomeni lo fanno da soli. Non ha segnato nelle prime tre partite, poi magari ne farà 10 nelle prossime cinque. Dybala a partita in corso? No, innanzitutto perché le partite sono tante e poi perché ha grandi qualità. Accettare di non partire dall’inizio non è semplice per nessuno, Paulo farà di tutto per giocare il più possibile: se si mette ad allenarsi con la voglia di Ronaldo poi sarà difficile lasciarlo fuori. Quando non giochi vuole dire che devi fare qualcosa in più, deve metterci del suo: le qualità di Dybala non sono in discussione. Per diventare un giocatore fondamentale per la Juventus deve trovare qualcosa dentro di lui, lo deve fare prima di tutto per se stesso”.

Le parole da campione vengono fuori anche nel modo di descrivere la sua esperienza a Torino e del rapporto con il mister, un sentimento forte. Come forte è la società.

“Fin da subito avevo capito che la dirigenza aveva in testa un progetto ambizioso – continua Pirlo -aveva appena costruito il nuovo stadio per tornare a vincere in Italia e in Europa. Se lo vivi da dentro, come è successo a me nei primi 4 anni, non sei stupito del percorso e dei trionfi: quando si vince provi belle sensazioni e vuoi continuare a farlo. La Juve in questi anni è stata brava a volersi migliorare sempre. – e poi su Massimiliano Allegri –  E’ uno dei migliori, con la Juve ha fatto molto bene e vinto tanto: gli manca solo la ciliegina della Champions. Di Allegri apprezzo la bravura nel variare i sistemi di gioco in corsa in base alle caratteristiche dei giocatori. E poi non pensiate che gestire uno spogliatoio di campioni come quello della Juventus sia uno scherzo, anzi: e lui è molto bravo in questo”.

Altri articoli interessanti qui sotto:

su Lorenzo Di Stefano

Studente di Mass Media e Politica all'Università di Bologna, prestato al mondo del pallone, Romagnolo di sangue, ma Juventino nel cuore! Sono qui per portare le notizie più interessanti e le analisi più roboanti a casa di ogni juventino medio. Il mio calciatore preferito è ovviamente ADP, il gol che sogno la notte ? La doppietta al Bernabeu. - juventinomedio -

GUARDA ANCHE

Cancelo: sempre pronto quando la Juve chiama!

Facebook Twitter WhatsApp Telegram L’esterno portoghese si è fatto trovare pronto non appena è stato …