Home / NEWS / INTERVISTE / Dybala è in cerca di riscatto!
Paulo Dybala ancora in panchina.

Dybala è in cerca di riscatto!

Paulo Dybala intervistato dalla Gazzetta dello Sport ha confessato tutta la sua voglia di riscatto.

IL RISCATTO DI DYBALA: “Voglio recuperare il mio posto nella Juve!”

Parla Dybala, di ritorno dalla settimana con la Nazionale Argentina, intervistato dalla Gazzetta dello Sport ha parlato ovviamente dell’esperienza col nuovo ct albiceleste. Non sono mancate però le dimostrazioni di voglia e spirito per la nuova stagione che si prospetta nella Juventus. Paulo è stato molto critico con se stesso, sente sicuramente le pressioni esterne, ma nonostante la giovane età ha tutte le carte in regola per tornare protagonista.

“Sono venuto qui con tanta voglia di lavorare: con tecnici nuovi che trasmettono positività e lanciano bei messaggi. Siamo un gruppo molto bello, giovane e ambizioso. E per questo è un ambiente competitivo – e sulle ultime panchine affidategli dal nuovo ct – Devo adattarmi al sistema scelto da Scaloni. Ha cambiato con il 4-3-3 e aggregandomi in ritardo è stato difficile adattarsi in un giorno al nuovo modulo. Dovrò abituarmi”.

Dybala è stato quindi pizzicato sull’inizio di campionato certamente un po sottotono. Oscurato forse da nuovi campioni in bianconero. Prestazioni che possono suonare come campanello d’allarme. O tramutarsi invece in motivazioni ancora più grandi.

“Una cosa è certa, appena tornato a Torino lavorerò duramente per riprendere il mio posto nella Juventus – e poi la confessione di Paulo -. Non sono partito bene come nelle ultime due stagioni, ma devo solo lavorare”. – e poi ancora sul rapporto con Ronaldo – Con Cristiano va benissimo, dobbiamo solo lavorare ancora insieme. Abbiamo davanti tutta la stagione per migliorare. Dopo aver avuto la fortuna di giocare con Messi, ora posso giocare con CR7: è bellissimo”.

Il numero 10 bianconero sembra quindi leggermente fuori forma o non ancora entrato mentalmente nell’inizio di stagione. Un inizio che quest’anno ha visto un campionato anticipato nei suoi ritmi partita e soprattutto cominciato già a metà agosto. Le qualità verranno certamente fuori Bisogna dagli tempo di adattarsi a un nuovo modulo, nella Juve quanto in Argentina, che lo sacrifica in panchina. Ma la Juventus ha terribilmente bisogno del suo Diez, come punto di riferimento per oggi e soprattutto per il futuro.

Altri articoli interessanti qui sotto:

su Lorenzo Di Stefano

Studente di Mass Media e Politica all'Università di Bologna, prestato al mondo del pallone, Romagnolo di sangue, ma Juventino nel cuore! Sono qui per portare le notizie più interessanti e le analisi più roboanti a casa di ogni juventino medio. Il mio calciatore preferito è ovviamente ADP, il gol che sogno la notte ? La doppietta al Bernabeu. - juventinomedio -

GUARDA ANCHE

Cancelo: sempre pronto quando la Juve chiama!

Facebook Twitter WhatsApp Telegram L’esterno portoghese si è fatto trovare pronto non appena è stato …