Home / CALCIOMERCATO / Juve: hai fatto la pagliacciata del secolo!

Juve: hai fatto la pagliacciata del secolo!

La società bianconera e il Milan si stanno scambiando in questo momento i documenti che porteranno Higuain e Caldara in rossonero e al ritorno di Bonucci a Torino. Secondo i tifosi juventini si tratta di una autentica pagliacciata.

L’operazione Caldara-Higuain-Bonucci ai dettagli: la pagliacciata è servita

Manca solo l’ufficialità, ma ormai ci siamo. Bonucci sta per (ri)diventare un giocatore della Juventus, mentre a Milano andranno Higuain e Caldara. Specialmente sulla partenza di quest’ultimo si sono concentrate le critiche più feroci dei supporters bianconeri. Mattia Caldara, anni 24, unanimemente considerato un talento dal sicuro avvenire che viene sacrificato per un 31enne dotato di un ego smisurato incline a spaccare gli spogliatoi in cui si trova. Non certo il ritorno del figliol prodigo, insomma.

Vista dall’esterno è un’operazione che ha poco senso e nessuna popolarità. Ma proviamo lo stesso a capire perché la Juventus abbia intavolato col Milan il triangolo Bonucci-Caldara-Higuain. La prima ragione è senza dubbio economica: dopo l’acquisto di Cristiano Ronaldo una cessione pesante era da mettere in conto. Scrive Calcio e Finanza:

Il saldo finale per la Juventus considerando i flussi di cassa in entrata e in uscita sarebbe positivo per 18 milioni, pari all’incasso del prestito di Higuain. L’impatto sul conto economico, in termini di ingaggi, ammortamenti, plusvalenze e minusvalenze, sarebbe invece positivo per 41,5 milioni, cifra che scenderebbe a 23,2 milioni se si volesse considerare il mancato risparmio sull’ammortamento di Higuain, possibile solo in caso di cessione a titolo definitivo.

La seconda ragione è di tipo tecnico. La Juve pensa che Higuain abbia già dato il meglio e lo ha di fatto sostituito con CR7. Per quanto concerne la difesa, avere a disposizione un regista difensivo come Bonucci permetterebbe a Massimiliano Allegri di alleggerire la marcatura a uomo su Pjanic facendo partire l’azione da dietro. E fornirebbe all’allenatore maggiore versatilità su moduli e formazione.

La terza ragione è la mancanza di offerte reali per Higuain. L’interesse del Chelsea per il Pipita non si è mai concretizzato con un’offerta, ritenendo eccessiva la valutazione di 60 milioni data dalla Juve. In pratica la società bianconera è stata obbligata ad accettare lo scambio Caldara-Bonucci pur di inserire nell’affare il bomber argentino.

La quarta ragione si chiama Champions League. La Juventus è stanca di vedersi sollevare in faccia la coppa dalle grandi orecchie dai suoi rivali e ha deciso di optare per l’all-in. Alla Continassa si sono dati un orizzonte temporale di due anni per vincerla, sfruttando appieno l’apporto di Cristiano Ronaldo. Di conseguenza, si è ritenuto che i giovani come Caldara non fossero fondamentali nel breve termine per il raggiungimento dell’obiettivo principale. Meglio un cavallo di ritorno più rodato, un usato sicuro che già conosce l’ambiente.

E qui finiscono le ragioni della società e iniziano quelle dei tifosi. Ha senso scambiare un futuro crack 24enne con una minestra riscaldata di 31 anni? Bonucci si darà una calmata o al primo richiamo esploderà di nuovo contro Allegri? I suoi nuovi-ex compagni di squadra come lo accoglieranno? Higuain è realmente in fase calante o garantisce ancora oltre 20 gol a campionato? E quando ce lo ritroveremo avversario non farà come in maglia bianconera contro il Napoli? Ma soprattutto, che senso ha dare il miglior giovane difensore italiano e il migliore marcatore della serie A negli ultimi 3 anni al Milan?

Il tempo ci dirà chi avrà fatto il vero affare.

Altri articoli interessanti qui sotto:

su Davide Petiva

GUARDA ANCHE

Massimiliano Allegri

Allegri: “Se vogliamo continuare a vincere…”

Facebook Twitter WhatsApp Telegram Nella giornata di ieri, Massimiliano Allegri di ritorno dalla tournée americana …