Home / NEWS / INTERVISTE / Pazza Juve: 3-2 all’Inter!
giornalista di mediaset
Massimiliano Allegri

Pazza Juve: 3-2 all’Inter!

A San Siro è andata in scena una partita pazza e irripetibile. Juventus e Inter si sono affrontate a viso aperto, la spuntano i bianconeri ora a +4 sul Napoli impegnato domani a Firenze.

Juve, sei pazza! E ora si aspetta il Napoli…

Il derby d’Italia è sempre particolare, ma stavolta ha decisamente superato le attese. Un match che metteva in palio molto, se non tutto, della stagione delle due contendenti. Juve e Inter non si sono risparmiate, né sono mancati i colpi di scena.

Dopo il forcing iniziale, sono i bianconeri a passare in vantaggio con Douglas Costa dopo 13 minuti. Al 18esimo l’espulsione di Vecino per un fallo killer su Mandzukic sembra mettere le cose in discesa per gli uomini di Allegri. Niente di più illusorio: nella ripresa l’Inter scende in campo più determinata e Icardi trova il gol del pari. Al 65esimo succede l’inaspettato: cross di Perisic, deviazione di Barzagli nella propria porta.

Allegri ricorre ai cambi: dentro Dybala, Bernardeschi e Bentancur, fuori Khedira, Mandzukic e Pjanic. La Juventus mette all’angolo i nerazzurri per 20 minuti abbondanti, quando un guizzo di Cuadrado manda la palla alle spalle di Handanovic, complice la deviazione di Skriniar. Finita? Neanche per sogno. All’89esimo cross di Dybala da fermo e colpo di testa di Higuain: 3-2 e momentaneo +4 sul Napoli.

Davanti ai microfoni di Premium Sport, Allegri ha detto:

È stata una bella serata di calcio, con due squadre che hanno giocato a viso aperto. Loro sono rimasti in dieci, nel secondo tempo ci siamo addormentati. Continuavamo a crossare, dovevamo farli stancare, alla fine sono crollati e ne abbiamo approfittato. Complimenti ai ragazzi, abbiamo fatto un passettino verso lo scudetto, anche se abbiamo un calendario difficile.

Su Cuadrado terzino:

Dovevo scegliere un giocatore difensivo o meno, era una gara da dentro o fuori e volevo Cuadrado, ci voleva più tecnica e corsa.

Sull’arbitraggio:

Orsato ha arbitrato bene, il metro è di far andare avanti il gioco e Orsato è uno dei migliori, ha arbitrato all’altezza. La differenza dei campioni e dei grandi giocatori si sente, con 27 giocatori in area, sono i grandi giocatori a fare la differenza. I grandi campioni decidono, se non ci fossero, le società risparmierebbero. Io credo che Dybala e Higuain andranno al Mondiale.

Altri articoli interessanti qui sotto:

su Davide Petiva

GUARDA ANCHE

Marotta e la giocata da campione!

Facebook Twitter WhatsApp Telegram Svelato l’arcano ecco che Marotta ci racconta i retroscena dell’operazione più …