Home / STAGIONE / JUVE IN EUROPA / Barcellona-Juve il giorno dopo, è davvero tutto da buttare?

Barcellona-Juve il giorno dopo, è davvero tutto da buttare?

Il ritorno in Champions della Juve dopo la notte di Cardiff rappresenta una batosta difficile da digerire, ma è davvero tutto così da buttare?

Una debacle preventivata.

Il risveglio di stamattina per tutti gli juventini è rappresentato da un misto di amarezza e delusione per un ritorno in Champions che non è stato assolutamente dei più entusiasmanti.

Tutto il popolo bianconero sperava in una partenza razzo dopo la cocente delusione della notte del 3 Giugno, ma così non è stato. Troppo forte l’ avversario? Troppe defezioni in squadra? Di alibi per giustificare questo 3-0 con il Barcellona ce ne sarebbero in quantità, ma ciò che resta più nella mente del tifoso bianconero è aver rivissuto la notte di Cardiff.

Una squadra che parte bene nel primo tempo, disputa 44 minuti ad alto livello, tenendo benissimo il campo e creando non pochi problemi ai blaugrana e diciamola tutto, avremmo meritato anche il vantaggio. Ma dopo aver resistito e combattuto ad armi pari per la prima frazione, basta una disattenzione ad un minuto dalla fine del primo tempo e Messi&Co. ti puniscono,e la squadra come a Cardiff, dopo il gol di Casemiro, sparisce dal campo.

Il secondo tempo si trasforma in una lenta agonia fino al 90esimo, come fu la notte della finale. Un problema psicologico? Tecnico? Sta di fatto che questa squadra non sembra aver risolto ancora quel complesso che la porta a crollare appena subisce un gol.

Ovviamente per battere squadre come il Barcellona serve essere al 100% , con tutti gli uomini e la concentrazione al massimo per 95 minuti. Sicuramente la Juve che ieri era si è presentata al Camp Nou senza ben 5 titolari e Marchisio, che vale come tale, non era nelle minime condizioni per battere il Barcellona, che a detta di tanti detrattori è una squadra finita, ma che ha uno dei migliori giocatori della storia del calcio in campo e cambia la partita quando e come vuole lui.

Ora resta da capire se l’attenuante delle assenze possa reggere, o se il problema diventa sempre più psicologico che tecnico-tattico. Questa è una risposta che solo il tempo ci darà, intanto sono aperti processi e discussioni, ma siamo sicuri che della serata di ieri sia proprio tutto da buttare?

Altri articoli interessanti qui sotto:

su derobix

Appassionato del calcio e soprattutto della Juventus, nel 2011 decido di creare una pagina facebook sulla Juventus, Gobbo Finchè Campo, oggi siamo ancora qui con un progetto sempre più grande da portare avanti.

GUARDA ANCHE

Marotta

Marotta spaventa i tifosi bianconeri sul futuro di Dybala

Il dg della Juve Beppe Marotta, prima della gara contro i viola, ha rilasciato delle …