Home / CALCIOMERCATO / Marotta e Paratici giurano amore eterno alla Juventus.
Paratici e Marotta

Marotta e Paratici giurano amore eterno alla Juventus.

Il D.S. ai microfoni di Premium Mediaset parla del suo futuro e di quello di Paratici.

Marotta e Paratici giurano amore eterno alla Juventus.

Se la finestra per i trasferimenti dei calciatori si è finalmente chiusa, il mercato dei dirigenti è invece sempre attuale. E’ ovvio che, dopo svariati anni di successi e di colpi sensazionali, il duo MarottaParatici faccia gola ai club più blasonati. Il Barcellona, reduce da una sessione di calciomercato drammatica, ha mostrato spiccato interesse verso i talent scout bianconeri.

Io e Paratici i ci troviamo benissimo qui, alla Juventus ci siamo consacrati e realizzati fino in fondo. Stiamo benissimo con Agnelli, Nedved, Allegri e la squadra. Abbiamo creato un modello vincente. Non c’è il rinnovo del contratto perché praticamente siamo legati a vita alla Juventus, e se la società deciderà di cambiarci ne prenderemo atto. Ma non ci sono questi presupposti perché il rapporto è idilliaco.

Pochissime, quasi inesistenti dunque, le speranze dei blaugrana di strapparli alla Juve, che è ragione di cuore e di identità. Il riferimento di Marotta ai vertici della società riporta alla mente quella coesione di intenti, quella voglia di vittoria e quella determinazione caratterizzante della Juventus pre-calciopoli.

La partenza di Bonucci ha un significato romantico, ma abbiamo chiuso la campagna trasferimenti con un organico che ci soddisfa. Benatia? Non sta vivendo forse il suo miglior periodo, ma è senza dubbio un calciatore affidabile. Sono convinto che possa recitare un ruolo importante quest’anno. Lo ritengo all’altezza degli altri, è un professionista serio.

Nessun dramma quindi, partenza metabolizzata sia sul piano prettamente calcistico che su quello umano; dopo gli addio di rito e gli in bocca al lupo, ma più uno sguardo indietro. D’altronde il vuoto lasciato è stato colmato, semmai ce ne fosse bisogno, dall’arrivo di un difensore di carattere, carisma e talento indiscusso.

Siamo favorevoli alla chiusura anticipata del mercato. E’ un sentimento di tutte le nostre società e anche di quelle estere. Un mercato più corto è opportuno perché così lungo crea dei problemi all’interno dei club. Una società preparata credo che possa fare un mercato in un lasso di tempo più ristretto. Quando inizia il campionato bisogna avere la testa sgombra, quindi sono favorevole a un’uniformità sulla data di chiusura e a una chiusura limitata al mese di luglio.

Una idea più volte ribadita da Marotta, che della pianificazione ha sempre fatto un valore aggiunto. Quindi ben venga una riduzione del periodo buono per i trasferimenti, con meno distrazioni per i calciatori già alle prese con campionato e coppe varie. 

 

Altri articoli interessanti qui sotto:

su Ernesto Menegatti

Juventino da sempre, attento al mercato e appassionato di sport. Seguo con interesse moltissimi campionati, anche i più sconosciuti. Allergico alle acciughe ambrate, al buonismo spicciolo e alla scienza innata.

GUARDA ANCHE

Juve, Chiellini punta sul Pipita: “Higuain è una certezza…”

Giorgio Chiellini ha parlato ai microfoni di Sky del derby col Torino di sabato sera e ha confermato la …