Home / NEWS / INTERVISTE / Italia, Buffon torna sulla disfatta con la Spagna: “Ventura capirà i nostri limiti…”
CT
Buffon

Italia, Buffon torna sulla disfatta con la Spagna: “Ventura capirà i nostri limiti…”

Il portiere e capitano della Nazionale, Gigi Buffon, ha analizzato a freddo la batosta incassata contro la Spagna e manda un messaggio al Ct azzurro.

Buffon ammette: “Abbiamo dei limiti che il Ct capirà riguardando Spagna – Italia…”

A 48 ore dalla pesante sconfitta con la Spagna, che costringerà gli azzurri a giocarsi i play off per partecipare ai mondiali di Russia 2018, Gigi Buffon torna a parlare della partita del Bernabeu.

In un’intervista rilasciata a RepubblicaBuffon ha spiegato il perchè del leggero errore commesso sul calcio di punizione di Isco, che ha portato in vantaggio gli iberici.

“Quando hai dieci persone davanti, se non vedi partire la palla diventa complicato. È un pelo nell’uovo, me ne rendo conto…”

Il portierone della Juve, ha analizzato il match e lanciato una sorta di invito al Ct Ventura ad essere pronto e attento a capire i limiti e le qualità di questo gruppo:

“Abbiamo perso contro una squadra che si è dimostrata superiore. Le valutazioni tattiche spettano al Ct, che sa analizzare i nostri pregi e i nostri limiti: dopo aver rivisto la partita, capirà benissimo quello che possiamo esprimere in certe partite contro determinate squadre e contro altre…”

Buffon ammette, poi, che probabilmente un atteggiamento meno spavaldo avrebbe permesso all’Italia di giocarsi la partita:

“Pensavamo, venendo da un bel filotto di risultati, di poter almeno stare in partita. Così non è stato: tra i nostri demeriti, esistono anche i meriti degli spagnoli. Non mi aspettavo fossero così superiori. Speriamo di qui a giugno di diventare un po’ meno umani anche noi…”

Il numero uno della Nazionale, invita tutti a mantenere la concentrazione in vista del match con Israele, decisivo per avere la certezza dei playoff:

” Nei playoff non ci siamo ancora. Dobbiamo vincere almeno un’altra partita, pensiamo a Israele. Una volta ottenuta la qualificazione, avremo quasi un anno davanti: ci saranno tanti altri allenamenti insieme per conoscerci e migliorare alcuni meccanismi”

Altri articoli interessanti qui sotto:

su Marco Mincione

Marco Mincione, nato a Paola (CS) il 08/06/1991. Studio Chimica Farmaceutica ma amo lo sport, il calcio e, soprattutto, la Juventus, che antepongo praticamente a tutto. Tra un esame e l'altro, "gioco" a fare il giornalista, sperando che in futuro diventi qualcosa in più di un gioco......

GUARDA ANCHE

joya

Una “Joya” dentro e fuori dal campo.

La Joya, felicissimo per le sue ultime prestazioni, svela qualche curioso aneddoto ai microfoni di …