Home / NEWS / INTERVISTE / Marotta: “Draxler ci piace, ma…”
Marotta
L'a.d. bianconero parla di mercato

Marotta: “Draxler ci piace, ma…”

Prima del fischio d’inizio della consueta partita tra Juventus A e Juventus B, Marotta chiarisce alcuni punti.

Marotta parla del mercato bianconero!

Come ogni anno a fine estate la Juventus A e la Juventus B si sfidano a Villar Perosa per “uno degli appuntamenti più importanti” dei bianconeri.

“Nella sua storia Villar Perosa ha rappresentato qualcosa di straordinario, il grande senso di continuità della dinastia Agnelli. Per noi è un giorno indimenticabile e di grande emozione.”

commenta l’a.d bianconero nel pre-partita e, ovviamente, si trova anche a dover rispondere a tante domande di mercato. Mancano oramai pochissimi giorni alla chiusura del mercato estivo, ma Marotta tranquillizza i tifosi:

“Faremo un grande colpo a ridosso delle punte; abbiamo dieci giorni per prendere un giocatore. Se c’è la possibilità, siamo anche pronti a spendere per un colpo di prospettiva.”

Nessun budget limitato, dunque, per accontentare mister Allegri che avverte l’esigenza di “colmare il vuoto a centrocampo”.

Quanto ai nomi in circolazione l’a.d. della Juve conferma l’imminente arrivo del ventiquattrenne brasiliano Alex Sandro (trattativa che “si potrebbe chiudere già in serata”), ma frena sul giocatore dello Schalke04:

“sì, il giocatore ci piace, ma ci sono impedimenti che hanno un po’ raffreddato la trattativa: al momento vi è uno stop, ma è una pista aperta.”

Il tecnico toscano dovrà, dunque, con elevata probabilità dire addio al sogno Draxler e confidare nell’abilità della società di trovare un sostituto all’altezza e di prospettiva in poco tempo.

C’è spazio anche per un commento sul primo successo bianconero:

La Juventus è sempre la Juventus

dice con orgoglio Marotta, felice di poter già vantare i due talenti appena acquistati che hanno riportato la coppa a Torino (Mandzukic e Dybala).

“Sono due acquisti che noi abbiamo fortemente voluto. Sono arrivati per rinforzare un reparto che è rimasto privo di un talento come Tevez. E’ normale che bisognava rimpiazzarlo, bisognava cercare dei sostituti adeguati e crediamo di averli trovati in questi due ragazzi”

Ma meglio restare con i piedi per terra, perché l’a.d. bianconero si è guardato attorno e ha seguito con attenzione i movimenti di mercato delle rivali, notando come in Italia quest’anno ci sia stato mercato di grande fermento, soprattutto le milanesi si sono rinforzate, la Roma si è consolidata, il Napoli e la Lazio sono sempre squadre agguerrite.

Altri articoli interessanti qui sotto:

su derobix

Appassionato del calcio e soprattutto della Juventus, nel 2011 decido di creare una pagina facebook sulla Juventus, Gobbo Finchè Campo, oggi siamo ancora qui con un progetto sempre più grande da portare avanti.

GUARDA ANCHE

Cancelo: sempre pronto quando la Juve chiama!

Facebook Twitter WhatsApp Telegram L’esterno portoghese si è fatto trovare pronto non appena è stato …