Home / NEWS / INTERVISTE / Un ex juventino torna a parlare della sua Signora!
juventino
Ravanelli in campo nella finale di Champions 1996

Un ex juventino torna a parlare della sua Signora!

L’ex attaccante juventino commenta il nuovo reparto offensivo bianconero.

Il nuovo attacco juventino incuriosisce tutti!

I numerosi acquisti fatti dalla squadra di Allegri appena all’inizio della sessione di mercato estiva hanno permesso ai più esperti di cominciare già ad ipotizzare probabili formazioni, così come principali punti di forza e di debolezza dell’attuale armata bianconera.

A parlare della Vecchia Signora questa volta tocca a Fabrizio Ravanelli, uno che la Juventus ce l’ha nel cuore (“sono juventino dentro, lo sapete”), nonché uno dei pochi ad aver vinto tutto con la maglia bianconera (compresa l’ultima Champions League conquistata dal club juventino contro l’Ajax).

Il suo commento è perlopiù sul reparto offensivo della Juventus per due motivi: da un lato è oggettivamente quello che ha subito i maggiori cambiamenti, dall’ altro Penna Bianca è un grandissimo fan dell’Apache, uscita cocente per i bianconeri non solo per il suo incredibile talento, ma anche per il suo essere un trascinatore nato.

“Avevo una predilezione per Tevez. Spesso quando accendevo la tv per guardare la Juventus pensavo: questa sarà una partita davvero difficile… Però non ha importanza, alla fine ci penserà Carlitos! Qualcosa si inventerà

Ravanelli, come tutti, pensa che la mancanza dell’Apache si sentirà sicuramente e che nessuno possa sostituirlo:

“L’Apache è decisamente insostituibile. Troppo bravo. E troppo uomo squadra. E’ un fenomeno Tevez. Vale doppio. Al di là delle sue doti tecniche eccezionali, era il suo carisma a infiammare tutta la Juve.”

Ammette, però, che i dirigenti bianconeri si sono mossi bene sul mercato e che Allegri non dovrebbe avere grandi problemi, essendo “un ottimo tecnico” e avendo la fortuna di avere senatori come Buffon, Chiellini, Marchisio, Bonucci, campioni che i nuovi giocatori dovranno prendere come punti di riferimento per capire che mentalità bisogna avere alla Juventus. C’è, infine, spazio per qualche suggerimento sulle possibili mosse:

“Per come la vedo io Mandzukic e Morata possono giocare tranquillamente in un 4-4-2, però avendo a disposizione un giocatore come Dybala puoi passare senza problemi ad un 4-3-3, ad un 4-3-2-1 o al 4-3-1-2″

Questo nuovo attacco è sempre più chiacchierato, ma la Vecchia Signora non ha tempo per le parole e risponderà come è abituata a fare: sul campo.

Altri articoli interessanti qui sotto:

su derobix

Appassionato del calcio e soprattutto della Juventus, nel 2011 decido di creare una pagina facebook sulla Juventus, Gobbo Finchè Campo, oggi siamo ancora qui con un progetto sempre più grande da portare avanti.

GUARDA ANCHE

giornalista di mediaset

Pazza Juve: 3-2 all’Inter!

Facebook Twitter WhatsApp Telegram A San Siro è andata in scena una partita pazza e …