Home / NEWS / DA VINOVO / Allarme rientrato: buone notizie dall’infermeria
rientrato
Allarme infortuni rientrato in casa bianconera.

Allarme rientrato: buone notizie dall’infermeria

Dopo la battaglia di sabato qualche giocatore è uscito acciaccato ma l’allarme sembra rientrato

Allarme rientrato: si parte tutti verso Doha

La gara allo Stadium di sabato ha rafforzato il primo posto della Juventus, che adesso si ritrova a sette punti dalla prima inseguitrice, ha regalato anche il titolo di campione d’inverno con due giornate d’anticipo. Insieme alle note positive ce ne sono state altre negative, come le sostituzioni forzate per infortunio di PjanicLichsteiner, i due hanno abbandonato il campo nel secondo tempo.

Le loro condizioni fisiche preoccupano, con la finale di supercoppa da disputare il 23 i giocatori non hanno molto tempo per smaltire i rispettivi infortuni.

Secondo fonti giornalistiche entrambi potrebbero essere recuperati per la gara di Doha. Per quanto riguarda le condizioni di Pjanic uscito dolorante ad inizio secondo tempo, gli accertamenti strumentali evidenziano soltanto una botta.

Quindi molto probabilmente il bosniaco partirà con i compagni e il suo impiego dal primo minuto verrà valutato giorno per il giorno. Per quanto riguarda il terzino svizzero è stato evidenziato un risentimento muscolare; viene escluso ogni tipo di lesione. Partirà tuttavia con la squadra, le sue condizioni saranno monitorate costantemente.

Tra i due quello che sembra stare meglio è il bosniaco, ma vista la già pesante assenza di Dani Alves sulla corsia sinistra, crediamo che difficilmente Max Allegri si priverà di Lichsteiner. Nel caso in cui il terzino svizzero non dovrebbe farcela, si profilerebbe un cambio di modulo con Cuadrado che agirebbe a sinistra .  

Lascia un commento:

su Rocco Misale

Classe 1990, appassionato di Juventus sin da bambino, mi piace scrivere e condividere le mie idee con gli altri.

GUARDA ANCHE

Marotta

Marotta clamoroso: “Juve su Donnarumma? In questo momento…”

La verità di Beppe Marotta. Il direttore generale e amministratore delegato della Juventus parla in …