Home / NEWS / NAZIONALE / L’Italia è convincente, ennesima grande prova di un bianconero
convincente
La buona prova del difensore bianconero.

L’Italia è convincente, ennesima grande prova di un bianconero

La Nazionale pareggia 0-0 contro la Germania, ma convince.

La squadra di Ventura è convincente

La squadra di Ventura è convincente.

Ieri sera a S. Siro si è disputata la grande classica del calcio europeo. Anche se un amichevole, ItaliaGermania è sempre una grande sfida. Gli allenatori hanno approfittato della partita per fare degli esperimenti: gli azzurri scendono in campo con un inedito 3-4-3, la squadra di Loew invece è piena zeppa di giovani. 

Il primo tempo si caratterizza per il possesso palla dei tedeschi, che fraseggiano meglio degli italiani.

Nel secondo tempo la squadra di Ventura cambia passo e si rende molto pericolosa in varie occasioni. Il pareggio visto l’andamento della gara ci sembra il risultato più giusto.

Un tempo per parte come dicevamo. 

L’Italia, come al solito, mette in mostra la solidità difensiva, concedendo poco agli attaccanti tedeschi: nonostante le assenze di due pilastri come Barzagli Chiellini la difesa ha retto bene. A centrocampo sono mancate le geometrie di Verrati. Il tridente atipico adottato dal C.T. in questa gara ha convinto, soprattutto nel secondo tempo. Sugli scudi il solito Belotti che ha sfiorato il gol nel secondo tempo dopo una grande azione personale.  

Oggi solo tre bianconeri in campo, oltre l’immenso Buffon sono stati schierati Bonucci Rugani. Il portiere ha disputato solo il primo tempo lasciando il posto al suo erede Donnarumma nella seconda parte di partita. Per lui la solita prestazione concreta,  compie una sola parata su imbucata dei tedeschi chiude sicuro in uscita.

Leonardo si è ben comportato, guidando come al solito la difesa; molti anticipi, sempre stilisticamente perfetto, non ha fatto sentire la mancanza dei suoi compagni di difesa. Per Rugani invece grande partita, a lui il compito ingrato di sostituire Barzagli anche se non lo fa rimpiangere per niente: concede le briciole agli attaccanti che passano dalle sue parti. Si concede anche delle giocate che in genere non gli appartengono, come il tunnel su Gundogan nel primo temo e anche un tiro dalla lunga distanza.

Lascia un commento:

su Rocco Misale

Classe 1990, appassionato di Juventus sin da bambino, mi piace scrivere e condividere le mie idee con gli altri.

GUARDA ANCHE

Pjanic

VIDEO – Pjanic a MP: “Completiamo l’opera a Torino!”

Il centrocampista bosniaco della Juventus Miralem Pjanic, autore di un ottima partita di qualità e …